Pino


Pino Bonsai: Pinus Pentaphylla, preziosa conifera che richiede particolari operazioni di manutenzione.

Conifera dalla crescita veloce ma dalla difficile formazione. I ciuffetti vanno puliti dagli aghi vecchi lasciando solo pochi aghi freschi al fine di far entrare luce e aria nei fitti palchi. Una delle specie più apprezzate e suggestive. Attenzione alla corteccia quando si maneggia il bonsai, meglio fare appiglio sulla legna secca per eventuali tiranti. Splendidi jinn e shari da scorticare immediatamente dopo la potatura del ramo in questione.










IRRIGAZIONE:

Terriccio sempre umido, meglio se ricoperto da muschio che mantenga umide le radichette superficiali. chioma sempre nebulizzata.

TERRENO:

Buon drenaggio, miscela di akadama e kanuma. Gradisce presenza di pietrisco e tollera bene i suoli calcarei. La presenza di un buon terriccio è immediatamente evidente dall'abbondanza della fioritura.

POTATURA:

Difficile la potatura di formazione, non sempre ci sono nuovi getti a fronte di potatura, data la forte dominanza apicale tipica di questo bonsai. Le ferite più grandi vanno ricoperte con mastice specifico, onde evitare attacchi fungini spesso presenti sulla legna secca